Le Corbusier: l'architetto visionario

18 agosto 2017

Dopo Baron Haussmann, Delouvrier Andre Pux, Jules Siegfried, Napoleone III e Jean Dollfus, Crédit Foncier evidenzia il ruolo di Le Corbusier nella storia del settore immobiliare durante l'estate. Un architetto e urbanista che ha segnato profondamente il ventesimo secolo, è uno dei pionieri del "Movimento Moderno" e il padre fondatore del concetto di unità abitativa.

Dopo aver avviato dall'età di tredici anni, la formazione scrittore intagliatore e pittore presso la Scuola d'Arte nella sua città natale di La Chaux-de-Fonds, in Svizzera, Charles-Edouard Jeanneret-Gris è sicuramente guidato verso l'architettura e la decorazione nel 1904. nel 1908, ha incontrato l'architetto Auguste Perret, che gli ha insegnato la tecnica di costruzione in cemento armato con il quale verrà allegato tutta la sua carriera. Ha lasciato la Svizzera nel 1917 e si trasferisce a Parigi dove incontra il pittore Amédée Ozenfant con il quale gode di teorizzare purismo, volendo seguaci del cubismo. Entrambi fondarono lo Spirito Nouveau, una rivista d'arte e di architettura, in cui Charles-Édouard Jeanneret-Gris firmò Le Corbusier per la prima volta.

"Le Corbusier continuato a scrivere per tutta la vita, articoli e saggi, tra cui alcuni dei testi più influenti del 1920, il movimento moderno, avanzare Crédit Foncier. Dopo concepire l'idea del Congresso internazionale di architettura moderna, CIAM, che si è riunito a Parigi nel 1928, la maggior parte dei suoi colleghi architetti e progettisti della corrente moderna, Le Corbusier ha deciso di mettere a fuoco, dopo la Grande Depressione 1929, sui problemi della concentrazione urbana. "

Le Corbusier è stato uno dei pionieri del Movimento Moderno, l'azione che si sviluppa nel 1920, è definita da uno stile minimalista, con un ritorno alla decorazione minimale e linee geometriche, dal desiderio di soddisfare le esigenze di Una costruzione pratica e razionale, nonché l'utilizzo di nuovi materiali e tecniche di costruzione come il calcestruzzo, l'acciaio e il vetro.

"Eclettico, Le Corbusier ha disegnato dalla sua curiosità, i suoi numerosi viaggi e il gusto per molte discipline, architettura, urbanistica, design, pittura, scultura, letteratura, una straordinaria capacità di audacia e innovazione", continua lo fa -E. Dal 17 luglio 2016, diciassette delle sue opere, di cui dieci in Francia, sono state dichiarate patrimonio mondiale dall'UNESCO.

Cliccando su « Accetto », autorizzate l’utilizzo dei cookies per garantirvi una consultazione ottimale di questo sito.

Maggiori informazioni Accetto